Pelle impura: i consigli per una pelle perfetta.

Che cos’è, come si normalizza con la nuova generazione di cosmetici e gli alimenti che aiutano a prevenirla. Una piccola guida per la beauty routine ideale. 

Pelle lucida, oleosa, con pustole o brufoli infiammati o punti neri… un vero problema!

La pelle del nostro viso è influenzata da svariati fattori. Quelli esterni, ad esempio, ne alterano spesso l’aspetto oltre che la funzionalità, ma non è solo l’ambiente a determinare i vari tipi di pelle, anche stili di vita e alcuni elementi interni.

Solitamente, le pelli più grasse, sono anche quelle con più impurità, ma non è sempre vero che le pelli impure siano solo una caratteristica dei giovani adolescenti. Sono molti gli adulti che soffrono questi problemi e hanno il caratteristico aspetto lucido, i pori dilatati e l’untuosità al tatto. Anche se proprio grazie al sebo, la pelle grassa invecchia più lentamente di quella secca, c’è da dire che i pori dilatati non sono propriamente piacevoli da vedere e l’ipersecrezione sebacea che invade i follicoli e causa la comparsa di punti neri e comedoni rende la pelle esteticamente non gradevole.

La pelle impura ha bisogno di una cura particolare che comprende buone abitudini, uso continuativo di prodotti specifici e una modifica delle abitudini alimentari scorrette, soprattutto nelle stagioni di transizione quali autunno e primavera.

Le cause della pelle impura

Le cause tipiche della pelle impura e dell’acne possono essere di diversa origine e natura: squilibri ormonali, cause batteriche, predisposizione genetica, alimentazione, raggi uv, stress, uso di prodotti cosmetici errati, variazioni climatiche, alterazione del microbiota cutaneo (i microbi residenti sulla nostra pelle).

Tendenzialmente una persona non ha tutto il volto ricoperto da impurità: ci sono zone del viso molto grasse e altre invece piuttosto secche. È quella che viene chiamata “la zona T (Intorno al naso, sulla fronte e sul mento)” ad essere caratterizzata da pelle grassa e impura, questo perché in quelle aree del viso, c’è una considerevole presenza di ghiandole sebacee, la cui intensa attività può determinare comparsa di punti neri e lucidità della pelle.

Alimentazione:

Sembrerà assurdo, ma intestino e pelle sono due cose collegate. Una eccessiva produzione di sebo e la comparsa di impurità sulla pelle, sono spesso causati dal continuo consumo di latticini, carboidrati, alimenti grassi e ricchi di sale (come gli insaccati – e zuccheri), un eccessivo uso di caffè e bevande gassate.

Per ottenere sensibili miglioramenti migliorare l’aspetto e la funzionalità della pelle è spesso importante depurare l’organismo, regolare le proprie funzioni intestinali e normalizzare la “flora batterica adottando una alimentazione più equilibrata e priva di eccessi.

Piccoli cambiamenti fanno la differenza.

Inserire il più possibile nell’alimentazione: frutta, verdura e cereali integrali, bere circa due litri di acqua al giorno per eliminare le tossine dall’organismo e purificarlo, sono piccoli gesti utili che contribuiscono a normalizzare la pelle

L’abbinamento inoltre con integratori alimentari depurativi e probiotici può consentire di accelerare i processi di riequilibrio e rendere più sano l’organismo, diminuendo i fattori infiammatori scatenati da alimentazione eccessivamente acidificante e squilibrata.

La pelle grassa e acneica infatti è caratterizzata spesso da una alterazione del Microbiota Cutaneo, ovvero quella comunità di batteri che difende dalle aggressioni microbiche e che gioca un ruolo determinante nel mantenere il corretto equilibrio e la salute cutanea.

Riequilibrare l’intestino con alimentazione più ricca di vegetali in abbinamento con integratori probiotici può migliorare anche le difese cutanee e la bellezza della pelle.

Il Microbiota cutaneo infatti difende la pelle regolando il Ph e inibisce la colonizzazione da parte di batteri potenzialmente nocivi mediante la creazione di un biofilm di rivestimento; condiziona la produzione di ormoni e neuromediatori e può ottenere la diminuzione dei processi infiammatori che minano la salute e la bellezza della pelle.

Anche la cosmetica moderna fa la sua parte!

Le pelli impure vanno trattate giornalmente adeguatamente ed ogni singolo problema (sebo più o meno strutturato, variazione del pH e alterazione del film idrolipidico) va rivisto attraverso trattamenti mirati dall’estetista e con una corretta beauty routine a casa.

La pulizia è un primo step indispensabile per igienizzare la pelle e i pori e di conseguenza anche l’eccesso di sebo. Occorre detergere delicatamente il viso con prodotti specifici che aiutino a combattere le alterazioni e ristabilire il giusto equilibrio per ottenere una pelle purificata, opacizzata e dall’aspetto sano.

Per la detersione del viso, è fondamentale l’utilizzo di prodotti delicati e non oleosi, l’uso di detergenti aggressivi infatti potrebbe provocare una stimolazione delle ghiandole sebacee, accentuando così il problema di lucidità e comparsa di punti bianchi.

Come fare e soprattutto quali prodotti utilizzare? Si possono scegliere diverse soluzioni ma prima è indispensabile detergere in profondità ed esfoliare per ridurre la lucidità del volto.

Puoi aiutarti quotidianamente con un detergente specifico quando ti lavi il viso, saponi specifici o latte detergente o una delicata mousse depurante, ottima soluzione ai pori dilatati e alla lucidità.

Brufoli e punti neri? Non spremere e non aggredire la pelle! Per eliminare gli antiestetici effetti di una pelle grassa e sofferente è necessaria delicatezza, pulizia, cura, non modi aggressivi. A seconda dei casi può essere utile una esfoliazione della pelle ispessita per vederne la normalizzazione e la scomparsa dei punti rossi o neri. Una o due volte alla settimana utilizza delicatamente uno scrub che aiuta a eliminare punti neri e imperfezioni!

  • Evita i lavaggi eccessivi.
  • Riduci l’esposizione diretta ai raggi UV e utilizza adeguati filtri solari.
  • Utilizza prodotti per il make-up di qualità.
  • Usa prodotti adeguati contenenti attivi specifici che possano intervenire efficacemente sulla pelle aiutandola a normalizzarsi.

La moderna ricerca scientifica offre oggi anche cosmetici hi-tech contenenti sostanze prebiotiche e probiotici che contribuiscono efficacemente al riequilibrio del Microbiota Cutaneo e al mantenimento delle fisiologiche difese cutanee. Con questi prodotti la secrezione sebacea e l’infiammazione cutanea risulteranno diminuite e la pelle visibilmente più bella.

Esistono anche sieri concentrati che applicati sui punti specifici “uccidono i batteri” e contribuiscono a normalizzare rossori e infiammazione.

Una specifica maschera Detox normalizzante, da utilizzare la sera una o due volte alla settimana, è ottima per prendersi un momento di cura intensiva che calma i rossori, idrata, lenisce e opacizzare la pelle grassa.

L’utilizzo giornaliero di una buona Crema è indispensabile e buona abitudine per la pelle, ma non tutte le creme sono adatte; La pelle grassa o acneica necessita di un prodotto non grasso, di rapido assorbimento che normalizzi e protegga la pelle. Le creme più innovative oggi contengono Prebiotici e Probiotici per il riequilibrio del Microbiota Cutaneo, favoriscono la proliferazione di batteri “buoni” e permettono di mantenere difesa la pelle.

In buona sostanza: i migliori risultati non si hanno con l’uso di un prodotto miracoloso ma si ottengono con un mix di azioni giornaliere volte al riequilibrio delle funzioni della pelle. Meglio una “cura combinata” che funziona che un intervento sporadico che lascia il tempo (e la pelle) che trova. Basta poco!

“Tu sei l’unica autentica fautrice della tua salute, fisica, mentale e spirituale”

Lascia un commento