Perché la pelle ha bisogno di batteri buoni

cosmetici probiotici, cura della pelle, dermocosmesi, prebiotici

Lo stile di vita frenetico e stressante di tutti i giorni, unito ai vari cambiamenti climatici contribuiscono a danneggiare il naturale equilibrio della flora batterica.Un microbiota cutaneo sbilanciato compromette il normale svolgimento della funzione difensiva della pelle, influenzando anche il sistema immunitario.

E’ dunque necessario avere (o ristabilire) il giusto equilibrio della microflora batterica.

La soluzione ad oggi migliorie è l’apporto di probiotici (“batteri buoni”) e prebiotici attraverso creme e cosmetici.

Perché servono i batteri buoni della pelle?

  • contribuiscono all’eliminazione delle cellule morte
  • intervengono nel processo di cicatrizzazione
  • contribuiscono alla produzione di sostanze idratanti
  • ci proteggono dagli attacchi batterici esterni (“cattivi”)
  • proteggono da infezioni e allergie;
  • ci proteggono dagli agenti esterni (smog, ossidazione, ecc)
  • ci proteggono dall’invecchiamento precoce

L’obiettivo dei cosmetici probiotici è quello di rendere la pelle più forte, e capace di reagire in maniera efficace agli attacchi nocivi esterni.

La presenza di cellule batteriche buone all’interno dei sieri aiuta a riattivare le barriere protettive in maniera naturale. In questo modo viene si rallenta il processo di invecchiamento della pelle in modo da garantire un’ epidermide rigenerata meno soggetta a ipersensibilità o ad infiammazioni.

Il beneficio estetico che è stato testato ed è evidente: una pelle perfetta, senza brufoli o arrossamenti e soprattutto naturale.